...
Teresa Bonaventura

Scultrice | Italia

Roseto
legno di cirmolo
diam. 50 cm


Boschetto
scultura in legno su pannello
60x30 cm


Betulle
scultura in legno su pannello
50x200 cm
...

Teresa Bonaventura

Scultrice | Italia


Biografia


Teresa Bonaventura nasce nel 1956 in provincia di Venezia.
E’ scultrice del legno che ha sperimentato fin da giovane sotto la guida del padre artigiano falegname.
Nella sua bottega ha imparato a riconoscere le diverse tipologie, le essenze e la duttilità dei vari legni dando risposta ad una naturale propensione e stupore per la forma che ricerca ed elabora nelle opere fino all’essenza.
Innumerevoli sono le personali e le collettive alle quali ha partecipato così come i Concorsi ed i Simposi di scultura in Italia ed all’estero.
Premi e riconoscimenti hanno contribuito a motivare la sua determinazione nel proseguire il faticoso percorso della scultura vissuto come rigorosa ricerca formale ed emotiva.

…La cultura dell’antico, il fascino dell’ambiente naturale, la sensibilità plastica sono i dati emergenti delle opere della Bonaventura. Le sue“Presenze” sono moderne Kore che assistono allo scorrere del tempo chiuse in una struggente compostezza interiore.
Libera da stereotipi e manierismi la scultrice rivela una maturità espressiva consolidata che emerge altresì dai dettagli scultorei carichi di potere allusivo e simbolico….
Dott.ssa Gabriella Niero
Storico dell’arte

…La dimensione della ricerca e dell’espressione artistica di Teresa Bonaventura è indubbiamente quella poetica, una dimensione fuori storia, senza limiti, confini di tempo e spazio.
Tempo e spazio si dilatano lungo il percorso di un pensiero, di una disciplina di attenzione e di ascolto .
E tutto diventa memoria, ricordo, per una progettazione, come sensibilità acquisita, o come immaginazione, equilibrio ed armonie di esperienze e di sogni, del fare e del pensare, del conoscere e del trasformare sia in rapporto alla realtà che in rapporto a se stessi…Particolarmente suggestivi e di purificata e decantata armonia mi paiono i “Bianco su Bianco” che ritengo punti di arrivo di grande eleganza tra emozione creativa ed emozione lirica, astratta e senza peso.
In “Giardino Zen “ la sequenza compositiva gioca sul ritmo e sul contrappunto sollecitando vibrazioni e visioni poetiche…
Dott. Giorgio Segato

…Le sue sculture lignee si configurano come dei cicli di volta in volta a se stanti, degli “unici immaginativi” quasi irripetibili e proprio per questo di lunga gittata mentale, motivati attorno ad una funzionalità simbolica….
L’artista non vuole stupire, quanto comunicare l’esigenza di evadere nel sogno, in quella dimensione interiore che filtra poeticamente la realtà e la fa diventare “ altra” senza spazio senza tempo.
Prof.ssa Assunta Cuozzo
Docente di Storia dell’Arte
all’Università Ca’Foscari di Venezia



contattaci


Indirizzo

Via Stradella Interna A, 4
31100 Treviso
ITALIA

Telefono

+39 348 70 11 723
+39 348 26 36 907

E-mail

info@tantarte.org

Web

www.tantarte.org